martedì 31 gennaio 2012

H5N1: il virus che può uccidere metà della popolazione mondiale



Un virus che potenzialmente può uccidere metà della popolazione mondiale è stato creato in laboratorio a Rotterdam. Il virus appartiene alla famiglia del virus delle influenze aviarie ed è stato denominato H5N1. modificato geneticamente al fine di diventare molto più contagioso. Il virus è stato messo a punto all'Erasmus Medical Centre a Rotterdam, in Olanda, da Ron Fouchier.


Il virus in questione circola sugli animali ma raramente colpisce gli essere umani. Negli ultimi 10 di influenza aviaria sono solo 600 i casi registrati negli esseri umani. Ciò che ferma il virus da diventare una grande minaccia alla salute è il fatto che il virus non si dovrebbe trasmettere da essere umano a essere umano.

O almeno fino ad ora..


I ricercatori hanno utilizzato dei furetti come cavie, iniettando a loro il virus in questione dall'uno all'altro per renderlo pù adattabile. Dopo 10 passaggi il virus è mutato fino a diventare infettivo per via aerea.
Il virus ha avuto solo 5 mutazione a partire dall'originale, tutte riscontrate in natura, non tutte allo stesso tempo però. Il virus creato dal team di Fouchier è contagioso come una normale influenza, ma potrebbe causare molto vittime se viene rilasciato.

Una bufala? A gli occhi di molti si, ma intanto provoca morte.
Sono 28 le persone in Cina decedute a causa dalla malattia dal 2003, su 42 casi. L'ultima vittima si è ammalata il 6 gennaio e le sue condizioni sono subito peggiorate portandolo alla morte. I test effettuati sulla vittima hanno confermato l'esistenza nell'organismo del virus H5N1.

Fonti:

Nessun commento:

Posta un commento

Posta un commento