lunedì 23 gennaio 2012

L'Italia dei scioperi: il Movimento dei Forconi e i Taxi bloccano il Paese


Continua senza sosta lo sciopero degli autotrasportatori. Avanza lentamente e inizia a lasciare il segno sull'Italia. Diversi i punti colpiti: Sicilia, Campania. Piemonte, Lombardia. La protesta contro il rincaro del carburante, dei ticket dell'autostrada e dell'Irpef dilaga. Il Governo si limita ad osservare e solo domani il ministro Annamaria Cancellieri riferirà al Senato in relazione alle conseguenze del blocco. Ad ora risultano bloccati numerosi caselli tra il Lazio e la Campania. Gli auto trasportatori stanno bloccando le entrate dell'A1 a Anagni, Frosinone, Ferentino, Cassino e Caianello. I caselli di Frosinone e Anagni risultano chiusi. La Polizia stradale presidia le diramazioni di Roma Est, Nord e Sud.

In Campania già nella serata di ieri si segnalavano blocchi. Diversi Km di coda tra Caserta e Napoli, blocchi anche sulla A3 Salerno - Reggio Calabria e sulla A30 Caserta - Salerno. 

In Puglia la tangenziale di Bari presenta gravi disagi. Bloccata la A14 e la statale per Gioia del Colle. Code anche sulla statale per Marina di Gioiosa Jonica.

In Sicilia, dopo già cinque giorni di protesta, possibili blocchi dei caselli di Partinico, Salemi, Santa Ninfa e Castelvetrano. Molti distributori di carburante di Catania e provincia. Disagi anche in Calabria.

In Piemonte il movimento blocca l'ingresso all'autostrada A4 per Milano e Venezia. Anche lo svincolo per la tangenziale è stato bloccato. Si segnalano code anche ad Asti. A Bergamo bloccati i caselli di accesso alla città, di Capriate, Seriate e Dalmine. In Sardegna il blocco partirà da domani.

I blocchi stanno per arrivare anche a Bologna, Cesena, Pescara, San Benedetto del Tronto, Ancona, Val di Sangro, Genova, Ventimiglia, e sulla Firenze - Pisa.

A tutto ciò si unisce lo sciopero dei Taxi. Le auto bianche saranno ferme in tutte le città italiane dalle 8.00 alle 22.00 di oggi per chiedere un nuovo incontro con il Governo per discutere la situazione delle licenze.

Segui la situazione in diretta:




Nessun commento:

Posta un commento

Posta un commento